MACELLAZIONE SUINI AD USO DOMESTICO - NUOVE DISPOSIZIONI

In applicazione dell’art. 16 del D.lgs 2/02/2021 n. 27, in materia di macellazione per il consumo domestico privato al di fuori del macello, la procedura che prevedeva “l’autorizzazione dall'Autorità comunale” è ora sostituita dalla “comunicazione del luogo e della data della macellazione all’AULSS territorialmente competente sull’allevamento”, da parte del privato interessato. Non vi è più l’obbligo dell’ispezione sistematica, da parte del veterinario dell’AULSS, delle carni degli ungulati macellati, ma la disciplina di tale attività è posta in capo alla Regione.

Solo gli allevatori registrati in Banca Dati Nazionale (BDN) possono macellare gli animali, da loro stessi allevati, al di fuori di un macello riconosciuto sul territorio regionale la macellazione dei bovidi, così come la macellazione di ulteriori capi oltre a quelli consentiti per il consumo domestico privato è possibile soltanto nei macelli riconosciuti ai sensi del regolamento (CE) n. 853/2004).

Per verificare il rispetto delle vigenti norme in materia di salute degli animali, di benessere animale, di sicurezza dei mangimi, di sottoprodotti e di corretto uso dei farmaci veterinari, le AULSS programmano ed eseguono controlli a campione, sulla base del rischio, nell’ambito dei controlli ufficiali. 

Le AULSS mettono a disposizione dell’utenza, anche sul proprio sito web, le informazioni sulle procedure che gli interessati devono seguire in caso di macellazione per il consumo domestico privato al di fuori del macello.

La macellazione per il consumo domestico privato presso il proprio domicilio o il proprio allevamento di due suini per ogni titolare di allevamento è consentita esclusivamente al produttore primario (denominato “privato interessato”) il cui allevamento è correttamente registrato in BDN che abbia allevato i suini dalla nascita o per un periodo minimo di 30 giorni

Tale attività, come da tradizione, è consentita su tutto il territorio regionale solo nel periodo compreso tra il 15 ottobre ed il 31 marzo.

Ogni macellazione deve essere preventivamente comunicata all’AULSS competente per territorio con almeno 72 ore di anticipo (3 giorni feriali) rispetto alla data e all’ora previste per la macellazione, mediante la modulistica predisposta.